Di ritorno dal trullo!

Da agosto a ottobre siamo stati in un trullo tra Ostuni e il mare, ospiti del nostro caro amico Giuliano, dove abbiamo pensato di creare una piccola comune di liberi pensatori. Dopo una partenza goliardica, ispirata al mito di Pan e alla curiosità di scoprire il nuovo territorio, ansioso di mostrare a degli occhi ammaliati le sue meraviglie, abbiamo iniziato un percorso di introspezione sempre più disciplinato, fino a renderci conto di stare vivendo un esperienza molto simile nella sostanza ai nuovi ashram che si stanno diffondendo per il mondo occidentale.

Siamo partiti con queste regole, ispirate da esperienze precedenti di vita vissuta, tra cui il Burning Man e ZUC (zone utopiche creative):

No trace. Questo è un posto sacro e per questo va rispettato e lasciato meglio di come lo hai trovato. Va effettuata la raccolta differenziata, nemmeno un mozzicone va lasciato per terra, le proprie necessità fisiologiche devono essere espletate negli appositi spazi riservati e non si possono scavare buche.
Le uniche maschere portate devono essere quelle indossate. E’ un esperimento di comunità nella più radicale espressione di se stessi e della fiducia in sé. Ognuno dei partecipanti è aristocraticamente libero di esprimersi e porta il proprio contributo: la migliore e più autentica espressione di se stesso.
Ogni partecipante deve procurarsi cibo, acqua e quanto necessario per la propria sopravvivenza. Il baratto e il dono sono forme ammesse di passaggio di proprietà di beni. Ciascuno è autosufficiente e contribuisce al bene della comune.
Ogni riproduzione fotografica e video deve essere autorizzata dal Presidente e/o Vicepresidente dell’Associazione Aspiranti Supereroi al fine di preservare la privacy dei partecipanti la comune.
Ogni partecipante è invitato ad usare un abbigliamento creativo ed ispirato.
Porta quello che vorresti trovare (per es. tappetino yoga, coperte, lenzuola, asciugamani, preservativi e… la propria festa del cuore).
Per accedere al trullo è necessario effettuare la tessera associativa dell’Associazione Aspiranti Supereroi (dal costo di 20€ per i soci ordinari e 100€ per i soci sostenitori).
Il fine di questa esperienza di comune è quello di creare sinergie e progetti con l’Associazione Aspiranti Supereroi.
Per perseguire il fine della comune ut supra i partecipanti sono invitati a puntare il proprio occhio all’interno di se stessi e cercare di lasciar andare, nelle proprie interazioni con gli altri membri, i quattro paradossi esistenziali: le paure, gli attaccamenti, le resistenze e le dipendenze.
Ciascun partecipante può dichiarare un’intenzione all’inizio o anche durante la permanenza nel Trullo affinché gli altri membri vi possano contribuire, lasciando il giudizio a casa, grazie“.

Le attività sviluppatesi nel trullo sono state lezioni quotidiane di yoga, pulizia e cura del territorio, cerimonie di contatto con la natura, confronti socio-filosofico-culturali con una trentina di persone che si sono alternate nel trullo, lezioni di fotografia, contemplazione e meditazione ed esercizi costanti di presenza.

Alcuni dei risultati di questa esperienza sono stati la composizione del libro “Welcome hOMe – Dal crepuscolo all’apoteosi, il portale per la quinta dimensione” di Alvise Fedrigo e Giorgio Fabbri, con la partecipazione di Elisabetta; la genesi della scuola di aspiranti supereroi e la creazione di un progetto teatrale, che forse è ancora troppo presto per anticiparlo.

Possiamo affermare che momenti del genere aiutano a trovare allineamento e quindi a chiarire molti dubbi per ripartire più carichi e innamorati della vita.

La scelta c’è dove c’è confusione. Per la mente che vede con chiarezza non c’è necessità di scelta, c’è azione.” (J. Krishnamurti)

Non siamo certi che Giuliano, nel farci questo dono, avesse idea della portata del contributo che il trullo ha portato nella nostra vita, sta di fatto che l’arricchimento che ciascuno si è portato a casa ha generato splendidi semi che stanno iniziando a germogliare.

Foto Andrea Guastavino.

Share this:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.